I.T.S.T. "J.F. Kennedy" > Eventi > Concorso STARS, i Giovani Imprenditori pordenonesi premiano “Le plastiche del futuro”, nate nei laboratori del “Kennedy”
Ultima modifica: 27 giugno 2016

Concorso STARS, i Giovani Imprenditori pordenonesi premiano “Le plastiche del futuro”, nate nei laboratori del “Kennedy”

STARS, come “stelle” in inglese, ma anche come l’acronimo di “Scuola – Territorio – Azienda – Riforma Scolastica”. Così si chiama il progetto dei Giovani Imprenditori di Unindustria Pordenone, per diffondere la cultura d’impresa tra gli allievi delle scuole superiori in provincia: un progetto attivo già da diversi anni, ma che ha certamente ricevuto un nuovo impulso a partire dallo scorso settembre, quando questa iniziativa nata dal mondo industriale è diventata la naturale controparte della riforma 107/2015 (meglio nota come “la Buona Scuola”) e del corrispondente obbligo per tutti gli istituti superiori di attivare percorsi di alternanza scuola-lavoro a vantaggio dei propri allievi.

È in questa cornice, e dunque con rinnovata enfasi, che i Giovani Imprenditori hanno assegnato i loro “Awards 2016”, l’annuale concorso di idee giunto alla dodicesima edizione e riservato agli studenti (individuali o a piccoli gruppi) delle classi terze, quarte e quinte. Il titolo è andato ai “mobilieri” dell’Ipsia “Carniello” di Brugnera, con la proposta di un tavolo apprezzato per la forma, le scelte costruttive e l’intelligente utilizzo di materiali di scarto; ma è doveroso riservare un giusto tributo anche al secondo posto conquistato dai nostri allievi della classe 4^ A Chimici, artefici del progetto “Le plastiche del futuro”.

Il frutto di questo impegno è la realizzazione di oggetti in bioplastiche, ovvero in polimeri ottenuti dalla sintesi di sostanze naturali, quali l’amido di tapioca, la fecola e la maizena: in continuità, pertanto, con il cambiamento di rotta operato dall’Istituto nel suo complesso, che ha deciso di bandire dai propri laboratori le materie prime potenzialmente tossiche, privilegiando le sostanze naturali e abbracciando la filosofia del minor impatto sull’ambiente.

Il lavoro si è svolto nell’arco di circa due mesi, dalla progettazione fino alla realizzazione dei prodotti e al loro superamento dei test meccanici di resistenza, includendo dunque anche la collaborazione con altri indirizzi dell’Istituto (Meccanica e Plasturgia). Questi i dodici componenti dell’equipe premiata, guidati dalla prof.ssa Paola Valentinis: Marco Brotto, Riccardo Celotto, Nicolò Donato, Ilaria Gaspardo, Lorenzo Grizzo, Gabriele Fabbro, Kirandip Kaur, Matteo Loscavo, Leonardo Pase, Simeone Sirotti, Alessandro Sicali, Leonardo Varnier.

Kennedy2

Lascia un commento